Sicurezza negli interporti e nelle infrastrutture intermodali

La delocalizzazione della produzione ha cambiato le strategie delle aziende verso la ricerca di scenari alternativi con prezzi concorrenziali, costi ridotti di manodopera e di servizio. Il comparto dei trasporti in generale ha quindi potuto comprendere le potenzialità strategiche della logistica

Contemporaneamente alla estensione dell’ambito geografico è emersa anche la necessità, nell’ambito della Comunità Internazionale e dell’Unione Europea, di definire nuove regole per una adeguata e corretta gestione del rischio connesse al comparto, con parametri di qualità e di sicurezza. Nel ruolo di motore trainante di questo processo dinamico di globalizzazione partecipano quelle aree, interporti, porti ed aeroporti, destinate alla raccolta, movimentazione e spedizione delle merci. Il sistema intermodale, quindi, con la sua articolata versatilità di spedizione e trasporto multiplo o combinato, offre al sistema dei trasporti un valido contributo di organizzazione e controllo.

Allo stesso tempo, le vulnerabilità emergono combinate dalla appetibilità strategica delle strutture come possibili obiettivi, dalla concentrazione di ingenti quantitativi di persone e merci, dalla rilevanza immediata ed internazionale degli eventuali atti illeciti e/o dannosi perpetrati nei siti.

Anticipando le tendenze internazionali di qualificazione del settore della sicurezza, questo libro si rivolge a tutti gli operatori che a vario titolo operano in ogni comparto del settore intermodale, spedizione e trasporto delle merci.

Effettua un’analisi del sistema intermodale in Italia, considerando anche il contesto europeo e focalizzando l’attenzione sulle problematiche di sicurezza sulla base delle normative internazionali, offrendo spunti per la creazione di un sistema di gestione e governance della security che ottimizzi il lavoro di tutti gli operatori coinvolti, riducendo tempi e costi, preservando le condizioni di sicurezza.

Una ampia bibliografia di supporto e un glossario concludono l’opera.

Stefano Izzi, esperto di corporate security, svolge attività di analista e consulente di strutture istituzionali e multinazionali private; è docente nelle materie di security e dal 2009 è consulente per la sicurezza dell’Interporto della Toscana Centrale di Prato

Antonello Colosimo, Consigliere della Corte dei Conti e professore universitario, già Vice Alto Commissario Vicario per la lotta alla contraffazione, ha ricoperto importanti incarichi istituzionali. Con l’autore ha già collaborato nel libro Lotta alla contraffazione: analisi del fenomeno, sistemi e strumenti di contrasto (FrancoAngeli, 2008).